Call for paper 2018

I principali fruitori dei contenuti del convegno saranno gli operatori del settore, tecnici e manager di enti e istituzioni, progettisti e costruttori, proprietari e amministratori di immobili, oltre a tutti coloro che a vario titolo operano sulla filiera degli ascensori e scale mobili.

L’alto livello tecnico delle memorie, le competenze degli operatori, l’esperienza decennale degli organizzatori fanno di questa manifestazione un’eccellenza tipicamente italiana che si vuole fortemente valorizzare anche fuori dai confini nazionali.
Con il presente call for paper vogliamo invitarvi a contribuire al confronto di idee, proponendo una memoria attinente a una delle aree tematiche che caratterizzano le sessioni dell’evento.

I Temi Del Convegno

Sin dall’antichità l’uomo ha cercato risposte all’esigenza di trasportare le persone e le cose ai piani superiori, inventando macchine di vario tipo che possono essere considerate antenate dell’ascensore. Ad esempio, ai tempi dei gladiatori, grandi gabbie – manovrate da schiavi che azionavano grosse carrucole – servivano a trasportare belve e combattenti dai piani sotterranei al palcoscenico del Colosseo. Ma anche le case nobiliari rinascimentali disponevano già di rudimentali mezzi di sollevamento costituiti da sedie collegate a un sistema di funi e carrucole che consentivano di trasportare i nobili ai piani superiori.

Le macchine più antiche, così come i moderni impianti di sollevamento e trasporto, hanno in comune l’idea di essere pensati per le persone e facilitarne gli spostamenti e l’accesso a tutti i piani degli edifici.
Per queste macchine, più ancora che per qualsiasi altra, l’utilizzatore finale ha quindi avuto sempre un ruolo prioritario sin dalla loro progettazione. Questo concetto è oggi ancora più rilevante, a causa del cambiamento epocale che coinvolge le nostre città.

Si stima che nel 2050, il 70% della popolazione mondiale risiederà in centri urbani. In futuro, quindi, gli edifici potrebbero svilupparsi sempre più in verticale, trasformandosi in veri e propri nuclei urbani, ciascuno con specifiche esigenze, ma dotati di un’infrastruttura di rete in grado di garantire un’interconnessione molto più complessa di quella a cui si è abituati a pensare oggi. L’utilizzo di soluzioni tecnologiche innovative (ad esempio: connessioni tra sistemi fisici e digitali, possibilità di analisi complesse attraverso Big Data, l’internet delle cose, …) consentirà alle aziende di soddisfare efficacemente le specifiche esigenze di ciascun utente, migliorando, inoltre, la fruibilità del servizio e la sicurezza durante tutta la vita utile dell’impianto.

Le vostre proposte

Le memorie selezionate dal Comitato scientifico saranno suddivise in sessioni usando come criterio di base la macro area di approfondimento.
In particolare si evidenziano le seguenti aree in cui far confluire le Vostre testimonianze:

  • Smart Elevators & Buildings
  • Mobilità Verticale e Orizzontale
  • Digitalizzazione & Innovazione
  • Accessibilità degli edifici storici

Termini per l’invio dell’abstract

Qualora fosse interessato ad aderire al Forum con una memoria, La invitiamo a far pervenire la Sua proposta (abstract) al Comitato scientifico del convegno scrivendo all’indirizzo e–mail: convegni@e2forum.it.

L’abstract, in formato Word, dovrà contenere il titolo della memoria, il nome e i riferimenti degli autori e un testo di almeno 4.000 caratteri che descriva in maniera esaustiva i contenuti dell’intervento. Le memorie dovranno avere una connotazione info–formativa, senza riferimenti di carattere commerciale. In particolare, dovranno emergere gli aspetti di aggiornamento tecnologico e professionale e l’attinenza alle tematiche oggetto delle sessioni del convegno.

Per la presentazione di ciascuna memoria sarà previsto uno spazio di circa venti minuti.

Scadenza

La data ultima per l’accettazione degli abstract delle memorie è il 20 marzo 2018.

pdf Scarica il Call for paper