IoTty è una startup innovativa, costituita alla fine del 2015 e situata all’interno del Polo per l’Innovazione Tecnologica della Camera di Commercio di Bergamo, la cui mission è quella di realizzare dispositivi digitali oggi conosciuti come Internet of Things (IoT)

Uno dei grandi problemi esistenti oggi nell’ambito del parco ascensori installati in Italia, è dato dalla presenza di circa 800.000 impianti la cui realizzazione è antecedente il 1999 e sui quali  le metodologie  per la gestione della manutenzione sono spesso inefficienti e la sicurezza è rimasta spesso ferma a quella in vigore al momento dell’installazione, a causa di mancati ammodernamenti non obbligatori.

Queste installazioni, spesso vittime di “fermo impianti” dovuti alla manutenzione ed a guasti improvvisi, sono ascensori che devono essere manutenuti con notevoli sforzi e dispendio di risorse senza che la tecnologia sia ancora riuscita ad aiutare concretamente.

È difficile “digitalizzare” questi impianti e poterli quindi rendere adatti alle più recenti normative vigenti sulla sicurezza e spesso ancor più difficile riuscire a garantirne la centralizzazione del controllo.

Grazie alle tecnologie IoT oggi è possibile ottenere questi risultati su TUTTI gli impianti esistenti, compresi quelli molto vecchi, completamente elettromeccanici.

IoTty, esperta di sensoristica e delle nuove tecnologie di Cloud Computing, che permettono di elaborare i dati provenienti dagli impianti e di analizzarli, grazie agli algoritmi generati dal Machine Learning, sfrutta queste logiche predittive per intercettare problematiche di tipo meccanico ed elettrico prima che causino danni alle persone ed agli impianti.

IoTty ha realizzato un Sistema (brevettato) attraverso il quale vengono rilevate informazioni  dal campo per mezzo di sensori – sviluppati in collaborazione con importanti produttori di fama mondiale. I dati vengono quindi inviati al Cloud ove, attraverso sofisticati algoritmi – messi a punto con importanti Atenei italiani – dotati di interfacciamento di back-end che ne consente la precisa configurazione, restituiscono sotto forma di APP e di portali web di front-end, le informazioni necessarie migliorando il governo della manutenzione e della sicurezza.

Questi nuovi sistemi di monitoraggio analizzano i dati provenienti dal sistema ascensore all’interno dell’ecosistema entro il quale normalmente questo agisce, vale a dire quello dell’edificio che diventa parte integrante del monitoraggio, dando vita ad un sistema che IoTty ha denominato Safety Blue Box (sBB).

sBB consente  di monitorare in tempo reale i dati provenienti da migliaia di edifici, di interpretarne il significato e di darne tempestiva notifica ad operatori qualificati per l’intervento ai vari livelli necessari, in modo completamente automatico, oltre che produrre report periodici e consentire il monitoraggio in tempo reale attraverso APP e Portali WEB.

Il manutentore riceverà, attraverso una App Android o IOS, tutti gli allarmi e i warning necessari ad un corretto intervento sia in fase di emergenza che di normale manutenzione. Potrà inoltre, grazie all’uso di Smartglasses, operare sull’impianto a mani libere, avendo costantemente nel suo campo visivo i dati provenienti dall’impianto e restare connesso con la centrale operativa,  potendo ricevere, sempre attraverso gli smartglasses, istruzioni, documenti e quant’altro necessario al ripristino del corretto funzionamento dell’impianto. Attraverso questo tipo di interfaccia sarà quindi possibile un primo livello di intervento anche da parte di operatori meno qualificati, che potranno operare sotto il diretto controllo di un operatore qualificato remoto.

IoTty, molto attenta al tema della User Experience (UX), ha inoltre messo a punto una modalità d’interazione con le persone all’interno dell’ascensore che, attraverso l’uso di specchi digitali, analizza il comportamento delle persone, in maniera totalmente rispettosa della privacy, nelle diverse situazioni di esercizio degli impianti (riconoscendone numero, sesso, età e stato emotivo) e interagisce con loro in modo mirato rispetto alla situazione, utilizzando forme di comunicazione multisensoriali (suono, immagini, profumi). L’obiettivo è quello di garantire un intervento in massima sicurezza interagendo positivamente sullo stato emotivo delle persone rendendo confortevole il tragitto in ascensore.

In conclusione, l’obiettivo generale è quello di dare agli Amministratori degli Immobili ed ai Manutentori, grazie alle nuove tecnologie, tutti gli strumenti necessari per gestire  in modo affidabile, economico ed efficiente un notevole numero di problematiche legate alla sicurezza dell’edificio.