Ad ogni destinazione d’uso degli immobili corrispondono esigenze di trasporto dei passeggeri e servizi di manutenzione diversificati.

Negli ultimi decenni le nostre città hanno visto sorgere edifici sempre più alti, abitati da un numero sempre maggiore di persone.

La necessità di superare dislivelli sempre più elevati e trasportare un numero di passeggeri sempre più numeroso ha spinto le aziende del settore ad investire nella ricerca e nello sviluppo di tecnologie con l’obiettivo di aumentare le prestazioni degli ascensori e di ottimizzarne la loro manutenzione: oggi migliaia di utenti in poche decine di secondi, attraversano centinaia di metri di dislivello, raggiungono il proprio piano di destinazione nel minor tempo possibile, in tutta sicurezza  e nel massimo comfort.

L’ascensore è quindi elemento fondamentale per la fruibilità interna dell’edificio, contrariamente a quanto accadeva in passato, quando era considerato solo un “accessorio”, lontano dal soddisfare le reali esigenze di trasporto dei suoi passeggeri.

L’innovazione è arrivata per tutti i componenti principali dell’impianto: i motori ad esempio, con la diffusione dei variatori di frequenza, possono muovere le cabine ad una velocità che supera i 10 m/s, con notevoli riduzioni dei consumi rispetto ai vecchi azionamenti con argano o in corrente continua, garantendo maggior rispetto dell’ambiente e sostenibilità.

Anche le manovre di controllo hanno subìto un profondo cambiamento tecnologico: sofisticati processori ottimizzano le logiche di comando e funzionamento degli ascensori con grande vantaggio per la gestione del traffico dei passeggeri e per le esigenze di trasporto delle singole persone.

A completare l’evoluzione degli ascensori poi si deve considerare anche l’utilizzo di materiali alternativi, più leggeri, ecocompatibili, in genere completamente riciclabili.

Il mercato oggi dispone di prodotti innovativi che, opportunamente combinati, danno vita a sistemi di trasporto efficienti.

La progettazione “a dimensione di passeggero” è il primo passo per dotare gli edifici di ascensori capaci di adattarsi a qualsiasi condizione di trasporto.

Il perfetto equilibrio tra le diverse componenti determina la migliore performance degli ascensori a beneficio della distribuzione dei passeggeri ai piani: minor numero di arresti intermedi tra il piano di partenza e quello di arrivo, riduzione dei tempi di destinazione e dei tempi di attesa al piano, minor consumo di energia elettrica generato dalle partenze dei motori.

Per ogni destinazione d’uso degli edifici corrispondono differenti esigenze di trasporto dei passeggeri. Negli edifici residenziali, solitamente caratterizzati da altezze non elevate, si dovranno gestire flussi di traffico modesti; negli hotel si dovranno privilegiare servizio e comfort; negli uffici si dovranno gestire picchi di traffico intensi e concentrati nelle fasce orarie di entrata ed uscita dei dipendenti, oltre a notevoli spostamenti di persone tra i piani.

Proprio gli ascensori installati in edifici per uffici, tipicamente definiti “high-rise”, richiedono la maggiore flessibilità di esercizio.

In sostanza, bisogna evitare le “code” all’entrata nell’edificio ed i rallentamenti negli spostamenti interni tra i piani.

L’elettronica applicata ai sistemi di manovra è stata determinante per migliorare e rendere fluida la gestione del traffico dei passeggeri tra i piani. Già da diversi anni i sistemi di manovra, in particolare quelli di ascensori installati in uffici, lavorano sul principio del “controllo della destinazione del passeggero”.

Rispetto ai sistemi di manovra convenzionali, denominati “collettivi selettivi”, il “controllo della destinazione” prevede che il passeggero digiti il suo piano di destinazione prima di entrare in cabina; il sistema di manovra, avvantaggiato dell’informazione comunicata prima dell’ingresso in ascensore, assegna in maniera ottimale la cabina che risulta essere la più vicina o quella che prima raggiungerà il piano richiesto, evitando o riducendo le fermate intermedie rispetto alla destinazione finale.

Questi sistemi riescono così a distribuire, ottimizzandoli, grossi flussi di traffico: i passeggeri vengono canalizzati verso cabine che garantiscono lo sbarco di più persone allo stesso piano, riducendo notevolmente il tempo di destinazione per raggiungere il piano richiesto.

In questo contesto, con cabine che non fermano continuamente a tutti piani, si potranno sfruttare velocità di marcia elevate.

Un elevato numero di passeggeri che vive in un edificio e che si sposta al suo interno richiede ai fini della logistica e della sicurezza una supervisione attenta e preventiva: ancora una volta gli ascensori sono di grande aiuto per la gestione di questi aspetti.

Funzionalità, sicurezza, estetica, comfort e risparmio energetico: sono questi gli obiettivi verso i quali l’industria ascensoristica si è orientata per sviluppare nuovi prodotti e tecnologie di funzionamento delle scale mobili e dei tappeti mobili per le installazioni nel settore “Retail”.

Numerose, inoltre, sono le soluzioni di prevenzione degli infortuni a tutela dell’incolumità dei passeggeri, con particolare attenzione ai bambini, alle persone anziane e a quelle disabili: gradini delle scale mobili “antiscivolo”, barriere di protezione in cristallo lungo tutta la scala mobile o il tappeto mobile, per evitare cadute accidentali dall’alto.