Non solo coperture verdi e pareti verticali, ma nuovi sistemi di mitigazione vegetale delle infrastrutture sia residenziali che di trasporto. Una declinazione complessa del vertical green 2.0 che fa della conoscenza botanica il cuore pulsante per lo sviluppo di una norma forma di “vegetalizzazione urbana”.